CDMX ’16

Usciti quasi all’alba con l’aria ancora fresca e umida, ci facciamo risucchiare dal caos e dalle strade affollate di Città del Messico.
CDMX ha tutta l’aria della megalopoli: i suoi vialoni trafficati, caotica, indaffarata, con la gente che si muove in fretta e individualmente tra i grattacieli che rendono la capitale simile alle altre città nordamericane.
CDMX è ricca di contrasti tra i quali muoversi, luci ed ombre, antico e moderno, grigia e colorata, ricca e povera.
CDMX è il suo Zocalo, imponente e dispersivo, con i suoi turisti, i taxi colorati, i mendicanti con le loro divise tutte uguali, le piccole postazioni mobili per lucidare le scarpe, gli strillatori che ti invitano a comprare di tutto, dal piatto tipico alle lenti, i murales di Diego Rivera, i mariachi di Piazza Graribaldi, le sue chiese, la polizia in ogni angolo (ma questo merita un discorso a parte).